Cosa sono le storie in evidenza e come utilizzarle al meglio per ottimizzare il tuo profilo Instagram

ottimizzare-il-tuo-profilo-Instagram-con-le-storie-in-evidenza-articolo-blog-ComodoLab

Sicuramente conoscerai già le storie in evidenza e le avrai già viste all’interno di tantissimi profili Instagram. Ma come si possono utilizzare al meglio le storie in evidenza per ottimizzare il profilo Instagram?

Partiamo dal principio.

Le storie in evidenza sono il mezzo per mostrare in cima al tuo profilo Instagram le tue storie più importanti, quelle che vuoi che restino visibili in maniera permanente.

Quando pubblichi una storia Instagram, puoi aggiungerla alle storie in evidenza, in questo modo allo scadere delle 24 ore quella storia continuerà ad essere visibile nella sezione del tuo profilo dedicata appunto alle storie in evidenza, che si trova proprio tra la bio e il feed (e lì rimarrà finché non deciderai di rimuoverla manualmente).

Le storie in evidenza sono quindi un’ottima opportunità per presentarti ai tuoi nuovi follower e per evidenziare le cose importanti che riguardano il tuo brand, come ad esempio la tua brand identity, le recensioni, i prodotti, i servizi, ecc.

È come creare un punto di riferimento per i tuoi follower, in cui avranno sempre a portata di mano le info più importanti e dove potranno trovare facilmente ciò che stanno cercando.

Ad esempio, se hai un hotel, potresti creare diverse categorie, in cui raccogliere ed organizzare le tue storie, come raccolte sulle camere, i servizi, le recensioni, i piatti del menu, raccontare chi siete e i vostri valori.

La prima cosa che devi fare è creare e pubblicare una storia sul tuo account (oppure puoi andare a riprendere una storia dal tuo archivio, se vuoi mettere in evidenza una vecchia storia).

Una volta fatto questo, devi cliccare il cuore in basso a destra, dove c’è scritto “Metti in evidenza”, selezionare la raccolta di storie a cui vuoi aggiungerla e quindi aggiungerla.

Le raccolte di storie in evidenza possono essere create in due modi:

  1. nella sezione “Storie in evidenza” del tuo profilo, clicca il “+” e segui la procedura;
  2. se stai mettendo in evidenza una storia ma ancora non hai creato la raccolta, una volta cliccato il cuore in basso, invece di selezionare una raccolta già esistente, dovrai cliccare su “Nuova” e seguire la procedura.

Puoi mettere in evidenza un numero illimitato di storie e raccolte, ma per quanto riguarda le raccolte, tieni presente che solo le prime 4 saranno visibili senza la necessità di scorrere.

In merito al numero di storie da inserire, tieni sempre a mente che l’importante non è riempire le tue raccolte con centinaia di storie, ma inserire al loro interno contenuti di qualità e ben organizzati.

Perciò, la strategia più efficace è sicuramente quella di inserire nelle raccolte le storie che sono più importanti e più significative per il tuo brand

Ecco alcuni semplici consigli da tenere sempre a mente quando crei le storie in evidenza per ottimizzare il tuo profilo Instagram:

  1. Pensa strategicamente: come ti ho spiegato all’inizio di questo articolo, le storie in evidenza sono un’opportunità per far conoscere il tuo brand agli utenti che visitano il tuo profilo, perciò quando le crei e le organizzi pensa sempre che dovranno rispondere a queste domande: chi sei e quali sono i tuoi valori? Quali sono i servizi che offri? Cosa dicono di te?
  2. Non esagerare: non è necessario creare decine di raccolte di storie in evidenza, rischi di perdere il focus e non dare la giusta importanza a quelle che davvero contano, scegli quindi gli argomenti veramente importanti e che rispondono alle domande sopra;
  3. Copertine personalizzate: personalizza le copertine delle tue raccolte, in modo che siano coerenti con le storie al loro interno e con il tuo brand. Nel crearle ricordati di utilizzare i colori del tuo brand e delle icone personalizzate. Per creare le copertine si trovano diversi strumenti utili online, il più utilizzato e conosciuto è sicuramente Canva, molto semplice da utilizzare anche per chi non ha conoscenze grafiche;
  4. Nomi brevi e chiari: i nomi delle raccolte devono essere brevi e chiari, in modo che sia subito chiaro cosa si troverà all’interno della raccolta.
  • HOTEL: qui andranno messe le storie in cui viene mostrato l’hotel in generale, con le sue varie aree (giardino, piscina, sale interne, reception, ecc.);
  • CAMERE: in cui mostriamo le stanze del nostro hotel;
  • CUCINA: dove condividiamo le foto dei piatti che vengono serviti (se è un hotel che fa solo B&B chiamerà la raccolta “Colazioni” e metterà in questa raccolta le storie con immagini delle colazioni);
  • SERVIZI: in cui mostrare i servizi che offri ai tuoi clienti;
  • DICONO DI NOI: raccolta in cui andranno inserite le recensioni e le opinioni dei clienti;
  • NOI o CHI SIAMO: qui inserirete delle storie che raccontano di voi, della vostra filosofia, vi presentate. Potete mettere non solo immagini, ma anche video in cui parlate e vi raccontate, sia voi titolari che il vostro staff.

Altro piccolo consiglio: non dimenticarti di mantenere aggiornate le tue raccolte, andando periodicamente ad aggiornarle togliendo le storie troppo vecchie o che non sono più in linea con il tuo brand e aggiungendo le storie nuove. Inoltre, ogni tanto pubblica delle storie normali in cui inviti i nuovi followers a vedere le tue storie in evidenza.

Vorresti gestire i tuoi social media in maniera corretta e professionale?

Allora richiedi subito una CONSULENZA GRATUITA con noi! Analizzeremo i tuoi profili social e imposteremo per te la migliore strategia di crescita.

CONTATTACI DA QUI!